Antonio Paolucci: Musei Vaticani

26 novembre 2016 | Scritto da Stefano Lazzari

Antonio Paolucci

Iniziamo oggi a raccontare la testimonianza di chi, nel corso degli anni, ha condiviso e supportato il nostro lavoro di ricerca.

Il primo professionista che ha segnato fortemente lo sviluppo, anche morale, della Bottega Tifernate è sicuramente il prof. Antonio Paolucci, Critico d’Arte tra i più importanti al mondo, attualmente direttore dei Musei Vaticani. Ecco cosa ha scritto in occasione della grande mostra di Seoul del 2009:

Stefano e Francesca Lazzari della Bottega Artigiana Tifernate sono una presenza ormai costante e ovunque apprezzata, nei musei e nelle città d’Italia e del mondo: dagli Uffizi di Firenze ai Vaticani di Roma, da Seoul a San Francisco. Le loro riproduzioni di celebri affreschi cari all’immaginario universale, sono curate, eleganti, affidabili. Nei prodotti che escono dalla bottega di Città di Castello c’è il sapore di una antica sapienza artigiana, c’è il riflesso di un amore profondo per le testimonianze della nostra civiltà artistica.

Sono felice e orgoglioso di avere riconosciuto e valorizzato il talento e la sensibilità di Stefano Lazzari in anni ormai lontani quando, Soprintendente ai Musei di Firenze, volli che le loro raffinate riproduzioni di affreschi occupassero i banchi vendita degli Uffizi, di San Marco, del Bargello. Da allora è stata una serie ininterrotta di successi perché il popolo dei musei ha saputo capire e apprezzare la professionalità e la qualità della Bottega Tifernate; ormai stella fissa e luminosa nel cielo delle riproduzioni d’arte.

Il Direttore dei Musei Vaticani

Antonio Paolucci