Art for Exhibition

“La Pictografia offre un servizio importante al mondo dell’Arte, poiché permette di riunire in una sola stanza opere sparse in più parti del mondo, così che gli studiosi possano esaminarle tutte in una sola volta”.

 

Vittorio Sgarbi, a proposito delle opere

realizzate per il Castello Estense di Ferrara.

 

Art for Exhibition

Immaginate di poter vedere una intera collezione di un Artista riunita in un solo posto...

Arte per le Mostre: Un capito­lo importante nella storia della Bottega Tifernate che, attraverso le esposizioni realizzate negli anni, ha ottenuto riconoscimenti importanti e ha dimostrato lo stato evolutivo della tecnica Pictografica. Ricordiamo per esempio la mostra Internazionale di Montecarlo del 1998 quando vincemmo il primo premio della Critica Internazionale con una riproduzione di Salvador Dalì, oppure la mostra del 2012 alla Rocca Paolina organizzata dalla provincia di Perugia: “Arte allo Specchio”, una collezione di Pictografie su calce dei più importanti Artisti rinascimentali Umbri o che hanno lavorato in Umbria. La Mostra prevedeva delle giornate in cui alcuni nostri Artisti, vestiti con abiti dell'epoca, mostravano agli spettatori il processo di lavoro per realizzare l’affresco, la tela e la tavola. Ebbene, in 2 mesi, la manifestazione ha ottenuto più di 30.000 visitatori, segno che l'arte, in Italia, suscita ancora grande interesse. Ci piace ricordare la grande esposizione del 2009 al Seoul Arts Center, il principale museo della Corea, dove con la presenza di 51 affreschi in Pictografia del Rinascimento Italiano si registrarono 150.000 visitatori paganti. Fu annoverato come evento dell’anno e, il Catalogo della Mostra, completamente realizzato a Città di Castello, viene utilizzato ancora oggi per insegnare le basi del Rinascimento italiano agli alunni delle scuole elementari. 

Vedi i Progetti realizzati

La forza della Pictografia

Riunire intere Collezioni

Immaginate di poter realizzare un Museo con tutte le opere di Caravaggio…nella città di Caravaggio, oppure ricreare tutte le opere del Perugino, sparse nel mondo, per farle “rivivere” nei territori umbri dove erano originariamente destinate. Tutto questo, con l’avvento della tecnologia, si può fare…ma con la Pictografia, il risultato è un’esperienza unica e non paragonabile ad altre. Una collezione realizzata con la pictografia, crea una esperienza immersiva eccezionale; come ha detto il direttore del Museo di Anversa quando è venuto a controllare la ricreazione del dipinto custodito dentro al museo da lui diretto destinato al Palazzo Ducale di Vilnius, l’effetto che si prova di fronte ad una riproduzione della Bottega Tifernate è la stessa che si prova di fronte all’originale tanto da far pensare che “il capolavoro sia stato spostato dal Museo”. Esistono realtà del genere, anche di alto profilo, ma a tutte manca qualcosa di importante per creare un effetto reale: C’è chi riesce a svolgere un lavoro eccellente ma con tempi di realizzazione che non permettono di terminare un progetto in tempi accettabili. E c’è chi è in grado di ricreare qualsiasi opera perfettamente in termini di riproduzione, comprese le imperfezioni e le asperità del supporto ma che non dipinge l’opera a mano. Il nostro lavoro, si spinge oltre: diamo grande risalto alla tecnologia ma la consideriamo non fine a se stessa; per noi tutto è al servizio del lavoro dell’uomo, ogni strumento deve servire per aiutare la mano dei nostri artisti a replicare la vera essenza di un’opera d’arte. Siamo consapevoli della responsabilità che questo comporta ma siamo fieri di affrontare questa sfida, consapevoli che sia un bene da lasciare ai posteri. Un esempio concreto ed attuale dei risultati raggiunti, si può vedere nel Museo di Leonardo da Vinci, aperto al pubblico ad Ottobre,2016, ubicato in via della Conciliazione, 13 a Roma. E’ un prototipo di come noi intendiamo riunire una collezione d’arte e comprende 23 opere a misura originale del grande artista rinascimentale. 22 tavole e un affresco, realizzate in misura 1:1 con pittura a pigmento naturale, strato su strato, seguendo i criteri di costruzione utilizzati da Leonardo per gli originali. Terre naturali, legno vecchio del 1500 e del 1600, preparazione con gesso di bologna e colla di coniglio. Ecco gli ingredienti che sono serviti per realizzare tutto questo. Ogni opera è stata studiata nei minimi particolari, confrontata con l’originale sul posto per evitare ogni minima differenza cromatica: il risultato, visibile agli occhi di tutti, è un insieme di opere che aiutano a comprendere la grandezza di questo Artista: lo spettatore può vedere in un unico luogo, dipinti ubicati in diversi siti museali o collezioni private. 

Vai a Leonardo Experience