Il 9 gennaio 2022 si chiude con numeri da record la mostra su Raffaello svolta alla Pinacoteca comunale di Città di Castello. Proprio in questa giornata a raggiungere Palazzo alla Cannoniera è il Cardinale Gualtiero Bassetti assieme al Vescovo Cancian di Città di Castello. Ad attenderlo con un prezioso dono anche Stefano Lazzari della Bottega Tifernate.

Gualtiero Bassetti ed il Vescovo Cancian alla mostra di Città di Castello

Cardinale Bassetti: un percorso espositivo che lascia il segno

Il Cardinale, accompagnato dal Vescovo, è stato accolto in Pinacoteca dal sindaco Luca Secondi, dal vicesindaco e dalla Professoressa Laura Teza, curatrice della mostra. Il cardinale è rimasto piacevolmente colpito dal percorso espositivo. In particolare ha apprezzato la Pala di San Nicola da Tolentino ricostruita con tutti i frammenti superstiti provenienti da Louvre, oltre che dalle due facce appena ricostruite del Gonfalone della Santissima Trinità.

L’ingresso del Cardinale Bassetti accompagnato da Laura Teza

Nuovi stimoli per i visitatori

Il Prelato, giunto a Città di Castello dopo aver visitato la mostra a Palazzo Ducale a Gubbio, afferma che eventi di questo tipo sono uno stimolo per aprire a nuove riflessioni e possono spingere i visitatori a recarsi nuovamente nelle chiese e in quegli spazi sacri da cui le opere provengono. Questo permette di ridare attenzione alle famiglie religiose e alle storie dei committenti.

Il Cardinale Bassetti durante la visita guidata

Un invito a visitare la Città di Raffaello

In riferimento alla mostra dedicata a Raffaello giovane il cardinale Bassetti ha ammirato e notato come nel percorso della mostra ad essere presenti erano anche le opere dei maestri di Raffaello. Il Prelato ha ribadito ancora una volta che oltre la fine della mostra l’invito è quello di tornare a visitare tutta la città, ricca di Chiese e Cappelle da cui provengono i capolavori del Giovane Raffaello, come il noto Sposalizio della Vergine firmato nel 1504 alla Chiesa di San Francesco della città Tifernate.

Un prezioso regalo per il Cardinale Bassetti

L’ultima sala visitata dal Cardinale e dal vescovo è la Sala d’Onore che ospita i lavori eseguiti da alcune eccellenze umbre. Ad essere presente fin dal giorno dell’inaugurazione è la riproduzione dello Sposalizio della Vergine di Raffaello della Bottega Tifernate. Proprio davanti al suo lavoro, ad attendere il cardinale Bassetti ed il vescovo Cancian, presente il Maestro Stefano Lazzari con un dono speciale. Con un pizzico di emozione il titolare della Bottega Tifernate dona al prelato una riproduzione della Crocifissione Bianca di Chagall. L’opera è stata realizzata in Pictografia su tela. Il dipinto che gli è stato donato è lo stesso che è stato realizzato nel 2019 per il Santo Padre e che si trova a Casa Santa Marta. Il Cardinale, entusiasta, ammira il dipinto che nel retro presenta la firma del maestro, l’anno di realizzazione ed una dedica.