La tecnologia e il valore umano

 

Il rapporto tra la tecnologia e l’uomo

Valore Umano

Oggi la tecnologia, permette di ricreare opere talmente perfette da non essere credibili. O meglio da non comunicare nessuna emozione.

Plotter

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nostro obiettivo è la realizzazione di opere si perfette ma con l’intervento umano, tramite l’artista che attraverso la conoscenza,

possa ricreare il pathos che si prova di fronte all’originale.

Il valore umano

La Pictografia è questo: simbiosi tra tecnologia e lavoro umano, il meglio dell’uno e dell’altro uniti insieme per creare qualcosa di straordinario.

Preferiamo il rischio dell’errore e del perfettibiile all’estremamente e meccanicamente perfetto.


 

Il Lavoro di Bottega

Il lavoro in team spinge il professionista a confrontarsi ogni giorno con i problemi che anche gli artisti del passato dovevano affontare: la gessatura delle tavole in diverse condizioni ambientali, il colore che non penetra nel grassello ancora fresco, oppure che fa una brutta reazione combinato con un altro e così via. I nostri artisti, pittori, cesellatori incisori e doratori, ogni giorno si confrontano cercando di risolvere i problemi che si presentano durante la lavorazione di un’opera. La loro formazione si svolge in gran parte di fronte alle opere originali, all’interno del museo.

La passione coincide con il mestiere

Non è solo questione di business

Nel 1990, quando capimmo che la passione per l’arte era troppo grande per non farne un mestiere, cominciammo a sperimentare la pictografia.

Ci sono voluti 10 anni di ricerca, scoperte, errori e conquiste per arrivare a realizzare il primo affresco degno di questo nome; altri due per poterne ricreare un altro!

Per ricreare l’essenza dell’originale però, non basta utilizzare materiali e ricette antiche: servono l’estro è la creatività dei nostri artisti, si deve entrare nella psicologia del pittore, immaginare di trovarsi nello stesso suo contesto, affrontare il lavoro come lo faceva lui…


 

L’importanza delle origini

Lavorare dove è nato il Rinascimento

Ma la tenacia non sarebbe servita se non fossimo vissuti in Italia, in particolare nell’Alta Valle del Tevere, culla del Rinascimento: qui Raffaello

realizzò, ancora minorenne i suoi primo capolavori, e qui nacquero Michelangelo e Piero della Francesca.

La possibilità di eseguire gli studi su opere originali di autori così importanti, senza doversi spostare, era una grande opportunità non possibile in

nessun’altra parte del mondo.

Il rispetto della nostra identità

Il Rinascimento italiano è l’espressione massima di tutte le arti, mai più raggiunta dall’uomo. Chi vive in questi territori, lo sente:

noi, della Bottega Tifernate, con la Pictografia, cerchiamo di onorare questo sentimento, facendo del “gusto del bello” la nostra missione.